77eec25834f29d5cf247a89dfaabf9eb.jpgUna rete vecchia, quasi preistorica la fibra ottica che rimane un miraggio ai più. Promesse di velocità di connessione mai mantenute, disservizi anche nel sistema di gestione reclami: è questa la situazione della DSL italiana

Il Presidente di Agicom ha dichiarato che in Italia nelle tlc è ora di cambiare oppure saranno problemi seri in un futuro neanche tanto lontano. Toccherebbe allo Stato innescare un nuovo ciclo virtuoso di investimenti in quanto le imprese private da sole, potrebbero non avere convenienza a fare

Sempre nuove proposte si affacciano sul mercato con promesse allettanti per gli utenti. Velocità mirabolanti… tutto sulla carta! Nei fatti, molti viaggiano a velocità molto prossime al 56k.

Le cause si possono ricercare nell’arrtetratezza complessiva delle infrastrutture, visto che si viaggia principalmente sui fili di rame. Chi si trova oltre una certa distanza dalla centrale non ha neanche la sicurezza dell’allineamento, cioè può anche non riuscire a connettersi al web.

Anche dove la banda larga è realtà, come nelle grandi città, gli utenti pagano spesso il prezzo dell’overbooking di banda, ovvero il fatto che i provider vendono una quantità di banda maggiore rispetto alla potenzialità tecnologica messa in campo, infatti ben si tutelano con clausole a loro favore nei contratti proposti all’utenza!

Fonte : http://news.wintricks.it/web/hardware-telefonia/25541/adsl-situazione-drammatica/

 Nulla di vero in questa notizia poiche le reti di nuova generazione sono gia alla studio da noi ( NGN2 della Telecom ) e le reti full ip sono gia operative da diversi anni nel nostro stato come in altri . Il problema da porsi è se serve tutta la velocita che ci vendono oppure no ? con la legislazione attuale a mio avviso 20mega o 50mega non servono poco a nulla .