A La Spezia e’ stato inaugurato il primo distributore italiano di bioetanolo. Sorge presso il distributore Centro Gas degli Stagnoni ed eroga biocarburante di seconda generazione. Il prodotto, proveniente dalla Sicilia, e’ realizzato con le eccedenze alimentari dell’industria vinicola e dunque non incide sulle riserve alimentari dei paesi poveri.

L’iniziativa rientra nel progetto europeo BeST della Commissione Europea per dimostrare la possibilita’ effettiva di sostituire benzina e diesel con bioetanolo. Il bio carburante inquina meno della benzina hanno spiegato oggi i promotori dell’ iniziativa: un quarto in meno di emissioni di monossido di carbonio (-20/25%) e benzene.

Tra i partner ci sono anche produttori di etanolo e case automobilistiche produttrici di auto flexi-fuel. Il progetto prevede l’introduzione sul mercato di 10.000 auto flexi-fuel, funzionanti sia con E85 (miscela 85% etanolo e 15% benzina) che con benzina, di 160 autobus alimentati con E95 (95% etanolo, resto additivi), l’installazione di 135 stazioni di rifornimento per E85 e 13 per E95 e test con miscele a basso contenuto di etanolo.