Steve Jobs se ne è andato !

 

t_hero.JPG

 

Con la sua morte Steve Jobs  ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo dell’informatica e della tecnologia che sicuramente in pochi attualmente saranno in grado di colmare . Verrà per sempre ricordato per essere stato un grande innovatore nel campo informatico e tecnologico , ma anche per i suoi mezzi di  comunicazione da lui usate infatti era un uomo capace di trasmettere in modo chiaro e diretto le proprie idee e tenere viva l’attenzione del pubblico durante tutti gli eventi cui ha partecipato.

Vi consiglio di vedere questo video e cercare veramente di capirne il senso durante uno dei suoi ultimi discorsi presso l università di Stanford :

 

 

Il video qui sopra tratta un discorso veramente toccante dove Jobs ripercorre la sua vita e trae dalle proprie esperienze degli insegnamenti: bisogna darsi sempre da fare per sfruttare le proprie potenzialità, credere nel proprio istinto e in ciò che si fa e aver fiducia nel futuro. Anche la morte ha un senso per lui , in quanto consente il ricambio delle menti, portando via il vecchio per lasciare spazio al nuovo.

 

Pagare le notizie della rete ? dipende da che contenuti ci sono !!

imagesCAAGK40E.jpgUltimamente su molte testate giornalistiche si parla molto di alcuni sondaggi che avrebbero chiesto ai navigatori della rete italiani se sono contenti o meno di pagare le notizie che si trovano nei quotidiani online , parerebbe che la maggioranza degli italiani ( circa il 75%) pensa che ovviamente  il web e sicuramente anche le notizie riportate in esso debbano restare gratuito ma c’e’ una percentuale non piccola, il 25%, che sarebbe disposto a pagare.

Diciamo che a mio vedere sinceramente non ci sarebbe nulla di male nel pagare un abbonamento mensile ad un quotidiano online evitando cosi di stampare copie sulla carta che in giornata verrebbe cestinato , il problema però dal mio punto di vista non è tanto il costo dell abbonamento ma piu che altro il contenuto del giornale , se il giornale contiene delle notizie serie allora ha un senso pagare ma se un giornale come molto spesso capita di vedere parla solo di gossip e di sgambetti politici senza andare a guardare l interesse collettivo allora sinceramente mi pare abbastanza ovvio che pagare per avere delle notizie inutili mi pare veramente inutile ! sarebbe meglio comunque che molti siti di giornalismo online riducano i banner pubblicitari perchè a volte risulta addirittura difficile l apertura del sito stesso proprio per l eccessiva pubblicità e sinceramente pagare le notizie per avere un 80% di pubblicità mi pare veramente fuori luogo !!

Come avrete capito la mia opinione non è un NO ma sostanzialmente dipende dal contenuto che ce in quel giornale ! ovviamente trovo veramente irrealizzabile l idea di far pagare in quel momento la notizia , secondo sarebbe piu fattibile riportare l attuale abbonamento dei giornali cartacei anche su quelli online ! come in molte testate attualmente stanno facendo !

Internet in Egitto come il film Independence day ?

imagesCARAVT25.jpgSembra quasi apocalittico come articolo ma se ci pensate bene e avete visto il film Independence day troverete una cosa in comune tra la situazione che nel film il governo americano ha dovuto adottare per lottare contro gli extraterresti e la soluzione che hanno usato gli egiziani per raggirare il blocco di internet imposto dal loro governo !

Se ricordate bene nel film independence day gli omini verdi avevano disturbato i segnali satellitari di tutto il mondo con un loro segnale e i governi di tutto il mondo hanno comunicato tra di loro con il vecchio sistema morse , ora vi chiederete cosa ha a che fare con la situazione attuale in egitto ? be se pensate che gli egiziani attualmente per comunicare sui social network stanno pressochè usando connessioni 56Kb come descritto qui , tra l altro usando numerazioni di ISP estere percui non pilotate dal governo egiziano , è proprio il caso di dire che il buon vecchio 56Kb ha salvato la libertà di informazione ancora una volta nelle lotte delle società !

Attualmente tutti i siti del governo egiziano non sono raggiungibili percui è proprio il caso di dire che mentre il paese comunica tramite i social network il resto del paese e per quello che ne riguarda anche l economia in se è pressoche ferma come internet in banda chiusa  ( ops banda larga … )

A questo punto è proprio il caso di dire che internet è innarrestabile ! a sto punto il modem 56kb me lo tengo stretto !

Buona giornata a tutti !

Hacker mostra come violare le mail alle IENE ? mistero o cosa ?

images.jpgUltimamente in rete si è creata una vera e propria ricerca di quale sia il nome del gestore ISP al quale hanno violato molti account di posta elettronica ! come potete leggere qui parerebbe che la cosa sia stata fattibile e al discapito dei ignari utenti ? e qui che mi metto a ridere e che casca l asino ..

Ovviamente che sia chiaro il fatto che ammiro lo staff delle IENE e sono fermamente convinto che ci vorrebbero piu programmi come quello perche alcune cose vengano risolte in modo definitivo percui faccio le congratulazioni per l ottima notizia che hanno dato ! spero che con quel servizio abbiano messo in guardia coloro che usano la rete !

D altro canto sono convinto che nessun sistema informatico sia perfetto ma tutto sia perfettibile ( Linux e Mac compresi ) , tra l altro se questo fantomatico Hacker freelance , che non si tutela nemmeno facendosi vedere chiaramente in TV ( con tutto interesse di quell ISP che come minimo avrà provveduto in opportuna sede ) , avesse veramente modificato la vostra password sulla mail del vostro ISP ci sono mille maniere per accorgerci di questo e per operare in modo per contrastare la violazione , alcuni consigli sono sotto elencati :

1 – Usare sempre un software per scaricare la posta elettronica del vostro account magari usando in protocollo IMAP in questa maniera se qualche bontempone non ha nulla meglio che fare di violare la vostra mail cambiandovi la password lo vedete subito perche il programma vi segnala password non corretta ..

2 – Ma rispondere a mail di persone che non si conoscono e nel caso dello spamming usare i filtri antispam impostati direttamente sulla webmail come consigliato in maniera gratuita da questo Blog

3 – Nel caso di furto o clonazione della password della vostra mail del vostro contratto adsl la cosa piu corretta che potete fare è chiamare il servizio di assistenza e farvela resettare dall operatore ..

4- Nel caso specifico pare che tale Hacker abbia usato il servizio di recupero Password per raggirare il sistema , in questo caso consiglio a tutti di usare la normale FRASE SEGRETA messa a disposizione dei utenti ma che in pochi utilizzano con domande e risposte personalizzate in modo da evitare che essendo usate le domande prestampante possano essere indovinate le  risposte  !

Resta comunque inteso che ogni violazione di qualsiasi sistema informatico o servizio informatico protetto da password ( e la posta elettronica lo è ) corrisponde ad una violazione del legge percui colui che lo commette è passibile di denuncia da pare degli interessati anche se questa violazione è dovuta ad un bug o ad un errore del sistema .. Ovviamente resta inteso che l indirizzo mail è del tutto personale e coloro ai quali viene fornito devono usarlo solo per inviare il materiale richiesto e non per eseguire dei security test o per violare la privacy degli utenti ! ovviamente la password della vostra posta elettronica non la dovete dare a nessuno

Non mi stancherò mai di ripetere di usare password lunghe e contenti numeri e lettere al suo interno per evitare la clonazione , non installare mai alcun software che vi viene inviato per mail da indirizzi sconosciuti e tantomeno aprire le foto o documenti presenti in tali mail .. perche possono essere usati proprio per violare il vostro sistema !

 D altronde non è certo una novità il fatto che la cosa è fattibile o meno basta ricordarsi che tempo addietro era successo a GMAIL ma anche FACEBOOK , TWITTER , MYSPACE non sono certo immuni a questo tipo di attacchi , tutto sta alla fine sapere come usare nella maniera migliore il sistema che ci viene fornito senza compromettere i nostri affari !

Sicuramente il mistero del fatto che tale video sia stato tolto dal sito delle IENE potrebbe far pensare che la cosa non sia finita li e che qualcuno abbia deciso di tutelarsi per vie legali !

Con la seguente vi auguro una buona navigazione in sicurezza ! e ovviamente un buon weekend !

 

L opposto della privacy si chiama Facebook !

privacy.jpgInutile nascondere che ultimamente sulla rete si discute molto sulla reale privacy che si ha su Facebook o meno , in realtà una persona che si registra su un socialnetwork come Facebook diciamo che l ultima cosa che cerca è proprio quella di vedere tutelata la propria privacy , visto che comunque si entra in un territorio al di fuori di ogni controllo e gli avvenimenti che sono successi ne hanno dato un risalto molto allarmante , esempio :

1 – su facebook come in molti altri social network non si puo parlare di privacy perchà comunque si condivide con gli altri i propri interessi , le proprie foto e molti altri dati che inconsciamente non si sa ma vengono condivise

2 – su facebook come in molti altri social network non esiste un sistema di verifica che “certifichi ” che quella persona è realmente colei che dice di essere , per esempio se uno vuole puo iscriversi con il nome di una persona famosa senza nessun problema

3 – su facebook come in molti altri social network ci sono stati e ci sono ancora molti problemi di sicurezza che vengono piu o meno risolti in base a quanto gli hacker bloccano o meno il portale ( quella teoria di sicurezza quella di attendere di essere colpiti prima di risolvere il problema )

Guardando il significato di Privacy su Wikipedia si capisce che:

Per privacy si intende comunemente il diritto della persona di impedire che le informazioni che la riguardano vengano trattate da altri, a meno che il soggetto non abbia volontariamente prestato il proprio consenso.

Nel caso di facebook sono di libero dominio e ad uso di tutti coloro che sono iscritti a quel social network

Il termine privacy, concetto inizialmente riferito alla sfera della vita privata, negli ultimi decenni ha subito un’evoluzione estensiva, arrivando a indicare il diritto al controllo sui propri dati personali.La recente diffusione delle nuove tecnologie ha contribuito ad un assottigliamento della barriera della privacy, ad esempio la tracciabilità dei cellulari o la relativa facilità a reperire gli indirizzi di posta elettronica delle persone.

Aggiungo che in caso di alcuni social network come facebook quel limite è stato pressoche eliminato perche non esiste privacy

Oggi, con la nascita del Laboratorio Privacy Sviluppo presso il Garante per la protezione dei dati personali, la privacy viene anche intesa come “sovranità su di sé”, in un’accezione del tutto nuova, non più limitata, come in passato, ad un diritto alla “non intromissione nella propria sfera privata”, ma ponendosi come indiscutibile strumento per la salvaguardia della libera e piena autodeterminazione della persona.

Cosa che su facebook in particolare non viene rispettata ..

Inutile dire che nel mondo ci si prepara per boicottare facebook e il motivo di questo è molto semplice da compredere …

Buona giornata a tutti

Tutti i Blog ancora a rischio ? forse si o forse no !!

111743376.jpg

Spero che come nei casi precedenti venga definito che un Blog personale non è equiparabile ad una testata giornalistica !

Come in molti forse sapranno attualmente alla Camera del Senato ce in discussione il DDL delle intercettazioni che nonostante nei casi precedenti sia stato sancito che un Blog personale o semplicemente un sito personale non è equiparabile ad una testata giornalista quella famosa frase ” siti informatici ” è ancora presente mettendo a rischio tutti i liberi blogger che al contrario delle grandi testate giornalistiche non prendono sovvenzioni ne dallo Stato ne tantomeno dalla pubblicità ..

Ovviamente essendo anche questo un Blog anche seppure di carattere tecnico informatico , se tale DDL non viene modificato , deve avere la possibilità di eseguire rettifiche in 48 ore come una normale redazione editoriale ( peccato che essendo un sito personale non ho a disposizione una redazione e non prendendo soldi per questo servizio che offro non ho la possibilità di mantenerla ), ovviamente un  obbligo tale comporta la chiusura immediata dello stesso per i motivi sopra citati !

Colgo l occasione di informare chi di dovere che un paese che non sfrutta appieno la potenzialità della rete non ha certo un futuro roseo innanzi a sè e tutte le riforme tecnologiche che vengono proposte vengono pressochè vaneggiate visto che nessun ISP ha interesse ad investire nella rete se in quel paese non vi è liberta in rete ! che senso ha investire nella Fibra Ottica a sto punto se internet serve solo per le mail , la CEC-PAC e vedere qualche sito che si e no rimmarrà ? è come avere una Ferrari tra le mani e non poter andare piu di 30km/h

Ovviamente la mia opinione è discutibile e del tutto personale !!

In attesa di notizie , spero positive , in merito ringrazio tutti coloro che hanno commentato e contribuito a questo servizio

Il blog ha aderito all iniziativa di Repubblica.it firmato l appello qui http://www.nobavaglio.it/ e sono fiero che in molti abbiano firmato  

Lotta al P2P o cosa ?

p2p-cooperation-id5561121_size480.jpgDa alcuni giorni in rete si parla in modo molto preoccupante del fatto che la FAPAV abbia chiesto , davanti ad un Giudice , alla Telecom di fornire i nomi e cognomi di coloro che solo tramite la loro rete scaricavano materiale protetto da copyright facendo entrare in campo anche il Garante della Privacy, che mi pare abbia gia detto quello che pensa nel caso Peppermint ( dicendo infatti che tale intercettazioni sono del tutte illegali perche non rispettose della privacy dei navigatori ) ..

Con questo non sto qui a difendere coloro che scaricano materiale coperto da copyright anche se sarebbe molto sensato ,piu che colpire queste persone come fossero dei delinquenti , capire se lo fanno solo per scopo economico oppure se lo fanno per magari ascoltare un brano e poi acquistarsi un CD ( e in questo caso sinceramente di pirateria ne vedo poca)  , piu che altro sarebbe sensato capire chi è che per primo condivide questi contenuti visto che molto spesso e volentieri nelle reti p2p si trovano contenuti multimediali che devono ancora uscire nelle sale di proiezione e perfino nei negozi ( percui dubito che un utente comune lo possa condividere con altri se non lo puo fisicamente comperare )

Altro punto da discutere sta nel fatto che da qualche tempo coloro che comprono CD vergini , HDD e qualsiasi dispositivo atto a immagazinare dati ( siano essi multimediali che semplici file di office ) pagano all interno del prezzo una quota che viene pagata alla SIAE , percui diciamo che se una persona si compera un brano MP3 dai portali legali su quel brano i diritti d autore li paga piu di una volta , poiche una volta lo paga per il brano , la seconda perche ha un pc e la terza perche ha un HDD ( non basta una volta al brano ?? )

Il punto piu interessante è anche il fatto che abbiano preso di mira la Telecom come se fossero solo i suoi utenti a scaricare dalla rete , quando basta che controllino anche gli altri utenti ( compresi coloro che dicono di limitare il traffico P2P ) e vedranno che non sono certo di meno , e comunque se ragioniamo su queste idee trovo inutile proporre al mercato connessioni da 20mega 50mega  o FTTH quando alla fine si vuole arrivare ad usare la rete solo per navigare  e leggere la posta ( con 4 mega ne abbiamo anche troppi ) .

Io da utente Telecom e come cittadino italiano apprezzo molto che la Telecom difenda noi clienti e che il Garante sia  con lei e con noi , poiche se in questo paese passa l idea che per uno scopo privato si puo farsene un baffo delle regole tanto chiunque ti puo dare quello che ti serve allora siamo messi gran male !

 Tra l altro la stessa FAPAV chiede alla Telecom di fornire alle autorità pubbliche i nomi e i cognomi ( contro quello che ha detto il Garante nel caso Peppermint ) per fare repressione al p2p ma lei stessa pero come società non si è affidata per le indagini alle autorità pubbliche ( come specificato dal Garante sempre nel caso Peppermint ) ma si è appoggiata ad una società straniera oltretutto di parte secondo il mio giudizio !

Ora va bene fare repressione della pirateria ma mi pare che in questo caso come dice il titolo sia solo una voglia di aumentare i propri introiti economici senza rendersi conto della reazione del mercato ! Amettiamo che da domani mattina nessuno scarica piu nulla dalle reti P2P e sempre da domani mattina nessuno compera piu un CD o un DVD cosa ha in mente di fare la FAPAV ?

Ovviamente quella sopra esposta è la mia idea sulla questione , poi sarà come sempre chi di dovere ( in questo caso il Garante e la Giustizia ) dare una sentenza su quello che è giusto o meno , certo mi pare pero di vedere comunque che nel nostro paese non è che si voglia legalizzare il P2P ( visto che da alcuni giorni hanno oscurato Piratebay ) ..

Alcuni link dove trovate info in rete : Link 1  Link 2  Link 3